Sesso in auto, cosa si rischia se beccati in fragrante dalle forze dell’ordine: ecco le pene

Sesso in auto, cosa si rischia se beccati in fragrante dalle forze dell’ordine: ecco le pene

Scritto il 12/02/2020
da Niro Pino


Alla Camera dei Deputati si è tenuta una discussione in materia normative del Codice della strada che vedranno diverse novità nel breve tempo. Dopo le notizie sulle pene per chi guida con lo smartphone alla mano, spuntano anche notizie in merito al ‘sesso in auto’. Una pratica diffusa tra i giovani e chi non gode di uno stesso tetto.

Per chi avesse temuto il peggio, c’è da stare tranquilli. Infatti, dopo la depenalizzazione del 2016 presente nell’art. 527 del codice penale, gli atti osceni non sono punibili con l’arresto tranne che in un caso. Ovvero quando il fatto è commesso all’interno o nelle immediate vicinanze di luoghi abitualmente frequentati da minori e se da ciò deriva il pericolo che essi vi assistano. In tal caso c’è la possibile reclusione da 4 mesi a 4 anni e 6 mesi. Se il fatto avviene per colpa, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 51 euro a 309 euro. Chiunque, invece, si esponga in un luogo pubblico a compiere atti osceni, riceverà una sanzione dai 5000 ai 30000 euro.